Stan Lee parla dei recenti problemi della sua vita privata

Fumetti
Gianfranco Autilia
Dopo aver acquistato per caso un fumetto Marvel non ho più smesso di farlo: da quel momento sono un lettore avido e assiduo della Casa delle Idee. Tra una lettura e l'altra amo disegnare e parlare dei miei albi preferiti.

Dopo aver acquistato per caso un fumetto Marvel non ho più smesso di farlo: da quel momento sono un lettore avido e assiduo della Casa delle Idee. Tra una lettura e l'altra amo disegnare e parlare dei miei albi preferiti.

Negli ultimi periodi ci sono state diverse controversie che hanno scombussolato la vita personale di Stan Lee. Il celebre autore di fumetti è stato infatti accusato di molestie sessuali, per non parlare dell’ordine restrittivo che ha richiesto nei confronti del suo ex manager Keya Morgan e della causa legale contro POW! Entertainment. Intervistato dal The Daily Beast, Lee ha avuto l’opportunità di rilasciare qualche affermazione sugli avvenimenti che lo hanno visto protagonista, concentrandosi soprattutto su sua figlia.

“Non c’è poi così tanto dramma” ha dichiarato la leggenda dei fumetti. “Per quanto mi riguarda, abbiamo una vita meravigliosa. Sono dannatamente fortunato. Amo mia figlia, spero che lei ami me, e non potrei chiedere una vita migliore… Lei è una figlia meravigliosa. Mi piace. In certi casi abbiamo dei battibecchi. Ma ogni tanto ho dei battibecchi con chiunque. Probabilmente ne avrò uno con te, dove dirò, ‘Non ho detto niente!’ Ma, questa è la vita.”

Il fumettista ha anche rivelato qualcosa in più riguardo a sua figlia Joan Celia, che era presente al fianco del padre durante l’intervista. In precedenza, la donna era stata accusata di aver abusato dello stesso Lee. “Ho deciso che mia figlia non è più un’adolescente” ha specificato il Sorridente. “Questi soldi saranno lasciati a lei, e invece di aspettare la mia morte, le darò tutto quello che posso per renderla felice adesso. Ed è quel che sto provando a fare.”

Lee ha poi parlato dell’ordine restrittivo che ha chiesto contro Key Morgan, affermando: “Io non posso fare tutto. Ho pensato che lui potesse aiutare Joan Celia. Non è andata bene. In effetti, si è rivelato piuttosto deludente.”

Per essere aggiornati sulla faccenda, vi invitiamo a restare sintonizzati su NerdPlanet.

Fonte: CBR

Altri articoli in Fumetti

L’evento Spider-Geddon darà una nuova abilità a Spider-Gwen

Giulio Pio Dima17 ottobre 2018

Diffuse nuove variant cover di Captain Marvel #1

Gianfranco Autilia17 ottobre 2018

Doctor Strange, rivelati gli autori e le variant cover del numero 400

Gianfranco Autilia17 ottobre 2018

Tony Stark: Iron Man #8, il protagonista affronterà un suo vecchio demone?

Gianfranco Autilia17 ottobre 2018

Heroes in Crisis #5 potrebbe cambiare per sempre il DC Universe

Giulio Pio Dima16 ottobre 2018

La testata Suicide Squad chiuderà con il numero 50

Gianfranco Autilia16 ottobre 2018