Fumetti

Reborn di Mark Millar e Greg Caputo, la Recensione

Fumetti
Avatar

Dove andiamo quando moriamo? È davvero tutto finito o c’è altro? Da sempre ci facciamo queste domande dandoci una moltitudine di risposte, tutte vere e allo stesso tempo tutte false, dal momento che nessuno sa la verità. Proprio per questo motivo la tematica della vita dopo la morte è affrontata in ogni tipo di arte con grande spazio alla fantasia, ovviamente anche nella nona, e con Reborn, i due mostri dei fumetti Mark Millar e Greg Capullo ci danno una loro versione.

La protagonista della storia è Bonny Black, un’anziana insegnante morta su un letto d’ospedale che, subito dopo il suo ultimo respiro si risveglia di nuovo giovane ma in qualche modo trasformata in un mondo completamente diverso dal nostro, Adystria, un piano di esistenza in cui chi è stato una buona persona in vita si ritrova a combattere una guerra contro orchi, draghi e potenti maghi oscuri.

Seguiremo quindi le gesta della giovane Bonny che, insieme al suo ritrovato padre, dovrà realizzare un’antica profezia che la vede protagonista nel porre fine alla guerra contro gli abitanti dell Terre Oscure, assassini, criminali e terroristi reincarnati in terribili e potenti creature sotto il comando del potente Lord Golgotha.

Dopo un inizio in cui il lettore famigliarizza con la protagonista e la sua vita accompagnandola negli ultimi giorni, il cambio netto di atmosfere e tutte le novità introdotte dall’idea di una reincarnazione in un mondo fantasy intrattiene e viene introdotta in maniera abbastanza originale. Gli intrecci tra le vite terrene degli abitanti di Adystria e quelle dopo la morte regalano a volte dei piacevoli colpi di scena e una bella sotto trama che coinvolge i personaggi principali. Purtroppo lo sviluppo della “main quest” è però spesso abbastanza lineare per gran parte della storia e solo verso la fine recupera qualche punto. Purtroppo con due nomi di quel calibro a scrivere la sceneggiatura, le persone hanno aspettative spesso alte, che in questo caso non sono state rispettate del tutto in quanto ad originalità.

Le aspettative sono invece ampiamente rispettate da Greg Capullo e i suoi di segni perfetti nel ricreare delle bellissime ambientazioni popolate da creature ricche di dettagli e mai banali. Nonostante il difficile compito di lavorare su creature già viste e riviste in molti contesti Capullo fa davvero un ottimo lavoro che da solo vale i soldi spesi per l’albo.

Per quanto sia una miniserie ben lontana dall’essere banale o noiosa possiamo dire che se non ci fossero stati sopra la copertina due nomi di questo calibro, sarebbe passata molto più in sordina nel mare delle pubblicazioni di questo momento.

Reborn

17,00 €
7.8

Storia

6.0/10

Disegni

9.0/10

Colori

8.0/10

Originalità

7.0/10

Godibilità

9.0/10

Pros

  • Bellissimi disegni
  • Buoni intrecci di trama

Cons

  • Svolgimento lienare

Altri articoli in Fumetti

Panini Comics annuncia i nuovi volumi della Venom e della Spider-Man Collection

Gianfranco Autilia24 Giugno 2019

Panini Comics ristamperà gli Avengers di John Byrne a dicembre

Gianfranco Autilia24 Giugno 2019

DC Comics annuncia una lunga lista di graphic novel per giovani lettori

Gianfranco Autilia24 Giugno 2019

Marvel, le prime pagine di Russell Dauterman per il finale di War of the Realms!

Gianfranco Autilia23 Giugno 2019

Marvel, House of X: un nuovo teaser dice di “Affrontare il Futuro”

Gianfranco Autilia23 Giugno 2019

Miles Morales: Spider-Man, Saladin Ahmed riporterà in grande stile l’Universo Ultimate!

Gianfranco Autilia23 Giugno 2019