Peter David fornisce la risposta perfetta alle critiche di Bill Maher sui fumetti

Fumetti
Gianfranco Autilia

Uno degli sceneggiarori più noti e apprezzati nel mondo del fumetto statunitense è senza alcun dubbio Peter David, il quale è passato alla storia per notevoli run presentate su serie come Spectacular Spider-Man, Spider-Man 2099, Aquaman, Supergirl, Young Justice e, soprattutto, Incredible Hulk, per cui ha lavorato per oltre un decennio, dando vita ad alcune delle migliori opere incentrate sul Golia Verde in assoluto.

Il 26 gennaio, David ha spiegato quel che pensa riguardo alle opinioni del presentatore e comico americano Bill Maher, che di recente ha scatenato non poche polemiche per via delle sue esternazioni contro il compianto Stan Lee e i lettori dei comics in generale. Tutto ha avuto origine con la morte del Sorridente, lo scorso novembre. Maher aveva sostenuto non soltanto che le reazioni suscitate dalla scomparsa dell’illustre scrittore fossero state eccessive, ma anche che chi legge i fumetti è “infantile”. Da quel momento in molti si sono scagliati apertamente contro di lui, tra cui tantissimi artisti della medesima industria. Nonostante ciò, il presentatore non si è frenato ed è tornato a ribadire la sua posizione proprio nelle ultime settimane, accendendo nuovamente un vero e proprio dibattito tra lui e tutti i sostenitori della cultura del fumetto. Con queste premesse che indirettamente lo coinvolgono, David non ha potuto che far conoscere il suo punto di vista attraverso questo lungo ma intenso post pubblicato su Facebook.

“Bill Maher ci ha informati, sia su Twitter che di nuovo la scorsa notte, del fatto che i fumetti sono per bambini e che i loro appassionati fondamentalmente sono individui ritardati che sono incapaci di accettare l’età adulta. Perciò parliamo dei fan. I fan amano litigare. Sono particolarmente bravi a litigare con coloro che i loro eroi non possono sconfiggere. E periodicamente si riuniscono in grandi folle, qualche volta superando le 50.000 persone. Pagano assurde cifre per entrarvi, e molti di loro si travestono come i loro personaggi preferiti. Nei luoghi dove si riuniscono, fanno il tifo per i loro rispettivi beniamini, cantano, mangiano e stanno insieme. Comprano tonnellate di merchandise, spendendo centinaia di dollari alla volta. E se sono fortunati, ottengono autografi e rientrano a casa felici. Cavolo, in rare occasioni partecipano anche a parate dedicate ai loro eroi. E così è come per i fan dei Mets. E anche per i fan degli Yankees, e dei Phillies, e dei Dodgers, e dei Jets, e dei Giants, e dei Knicks e così via per tutta la nazione. Diamine, Bill Maher ci guadagna pure, dal momento che ha comprato una quota di minoranza dei Mets nel 2012. E tutti questi giochi… coinvolgono palle. Non è interessante? Grandi, piccole, che rimbalzano o colpiscono o vengono lanciate. Palle, che sono — come sapete — uno dei giochi preferiti dai bambini. L’ho detto prima ma vale la pena ripeterlo: i fumetti non sono infantili. I fumetti sono miti moderni. La definizione di un mito è qualcosa che è definita all’interno della sua stessa essenza. Se chiedete a qualcuno ‘Chi è Gomez Addams?’ risponderanno ‘È un personaggio creato dal fumettista Charles Addams’. Se dite ‘Chi è Superman?’ le persone probabilmente risponderanno, ‘È un supereroe, l’ultimo figlio di Krypton, con l’identità segreta di Clark Kent’. È così anche se chiedi chi sia Ercole, e ti diranno che è un semidio nato da Zeus, il quale ebbe una relazione con una mortale. Non la mettete nel contesto della sua creazione; lo definite per ciò che è. La gente che considera Spider-Man affascinante ha interessi validi e maturi come qualcun altro che studia la leggenda di Re Artù. Il fatto che stia accadendo nell’era moderna e che conosciamo i loro autori non rende le cose meno mitiche. Non lo è nemmeno il successo multi-miliardario dei loro film che provano il loro fascino trasversale, secondo Maher. ‘Sono tutti uguali!’ dichiara lui, asserendo che tutti i cinefumetti sono incentrati su supereroi che combattono per cose “luccicanti” (come gli atleti che combattono per una palla, ricordate). La risposta breve è, ‘Sì, giusto, “Black Panther” è proprio come “Wonder Woman” (nessuno dei due coinvolgeva qualcosa di luminoso). La risposta più lunga è, ‘Sì, giusto, i supereroi che lottano per cose luminose è di certo una descrizione accurata di Men in Black. O di Road to Perdition. O di Kingsmen. O di V for Vendetta. O di From Hell. O di 300, Sin City, American Splendor, Atomic Blonde, Ghost World, Dredd, Scott Pilgrim vs the World, e così via. MA, Maher asserisce altresì che i fumetti non sono letteratura. Beh, chiariamo le cose. La definizione di letteratura nel dizionario è: lavori scritti, specialmente quelli considerati superiori o di duraturo valore artistico. Quindi cos’è un valore duraturo? Sembra ragionevole supporre che sia ovvio: qualcosa che dura. Questo trascende le generazioni. Quindi dato che Action Comics #1, che è stato prodotto più di 80 anni fa, ha ancora importanza, questo sembrerebbe soddisfare la definizione, così come Spider-Man che è stato creato 55 anni fa. Ma forse è più profondo di così. Forse per essere letteratura, deve essere acclamato dalla critica. Come Watchmen lo è stato quando vinse l’Hugo. Come Sandman quando vinse il premio Bram Stoker. Come Maus quando vinse il Pulitzer. Quanti Pulitzer hai sulla tua mensola, Bill? Non sono arrabbiato con Maher perché ha iniziato uno sproloquio sui fan. Dio sa che anch’io l’ho fatto. Sono arrabbiato perché ha iniziato uno sproloquio che effettivamente è sbagliato, palesemente inaccurato, e incredibilmente ingiusto. Le sue parole provengono dall’ignoranza, e prego Dio affinché faccia qualcosa, qualsiasi cosa, per educare se stesso.”

Vi informiamo, nel caso in cui non lo sapeste, che Peter David è attualmente al lavoro sui testi di una nuova miniserie dell’Uomo Ragno disegnata da Greg Land e intitolata Symbiote Spider-Man, che sarà ambientata durante la famigerata saga del costume nero.

Fonte: CBR

Altri articoli in Fumetti

Marvel Comics: Phil Lord scriverà una storia di Spider-Man Annual #1!

Gianfranco Autilia20 Aprile 2019

Marvel, Wolverine e Capitan America saranno protagonisti del one-shot Weapon Plus #1!

Gianfranco Autilia20 Aprile 2019

Amazing Spider-Man: Dan Hipp firmerà una back-up story, ecco la sua variant per il #25!

Gianfranco Autilia19 Aprile 2019

Marvel Comics cancella X-23 con il numero 12?

Gianfranco Autilia19 Aprile 2019

Ms. Marvel: ecco il nuovo costume di Kamala Khan concepito da Minkyu Jung!

Gianfranco Autilia19 Aprile 2019

Marvel Comics annuncia lo speciale Omega di War of the Realms

Gianfranco Autilia19 Aprile 2019