Mike Miller al centro di polemiche per aver rimaneggiato una cover di Mike Wieringo

Fumetti
Gianfranco Autilia

Ultimamente, l’artista Mike S. Miller è finito al centro di diverse polemiche per aver apportato enormi modifiche alla bozza di una vecchia cover del compianto Mike Wieringo con l’intento di utilizzarla come copertina di un suo fumetto indipendente.

Cover di Sensational Spider-Man #8, in Italia vista su L’Uomo Ragno #219.

La controversia è cominciata precisamente il 22 gennaio, quando Miller ha rivelato su Twitter di possedere una vecchia cover sketch di Wieringo – utilizzata nel 1996 come base per Sensational Spider-Man #8 – e che stava meditando di modificarla e pubblicarla per la sua serie indipendente intitolata Lonestar.

“Allora, ho questo vecchio abbozzo per una cover di Spider-Man realizzata da Mike Wieringo, e sto pensando di completarla, trasformandola però in una copertina di Lonestar. Cosa ne pensate?”

La settimana successiva, Miller ha pubblicato una foto della copertina da lui inchiostrata e rimaneggiata, definendola come quella che potrebbe essere l’ultima cover originale di Wieringo a vedere la luce. Tuttavia, nel weekend, diversi fumettisti hanno espresso il loro disprezzo riguardo tutto ciò, come Dave Johnson e Cully Hamner. Quest’ultimo in particolare ha risposto a Miller dicendo che, malgrado il layout fosse di Wieringo, la versione finale della copertina non è un’opera “originale di Mike Wieringo” poiché è stata appunto modificata dallo stesso Miller.

“Questa è una cavolata manipolativa, disonesta ed egoista, amico” ha scritto Hamner. “Se pensavo di essere capace di farti vergognare, direi che dovresti farlo tu stesso. È inammissibile. Non hai alcun diritto di definire la tua immagine ridisegnata e riproposta come una copertina di Ringo, che sia l'”ultima” o meno.

A quanto pare hai preso questa bozza, l’hai ridisegnata abbastanza da far sì che apparissero i tuoi personaggi, aggiunto un brutto sfondo, e hai intenzione di pubblicarla, proclamandola come l’ultima cover di Ringo che vedrà la pubblicazione. Seriamente, non ho parole. Beh, non è vero — ho tante parole.

Stai usando il suo nome senza il suo consenso o quello della sua famiglia per aiutare le vendite del tuo fumetto.

Mike Wieringo non aveva nessuna intenzione e non avrebbe dato nessun permesso nel 1996 di disegnare una copertina per la tua serie e per i tuoi personaggi del 2019. Quell’immagine è una bozza di una copertina commissionatagli dalla Marvel. Lo sai, Mike Miller – sei in questo settore da abbastanza tempo e non sei un idiota.”

Come se tutto questo non fosse già abbastanza, Miller – modificando lo schizzo a matita blu di Wieringo – ha addirittura falsificato l’iconica firma del compianto disegnatore, la quale non era presente nella versione originale.

È anche per questo che nella situazione è intervenuto il fratello di Mike, Matt Wieringo, chiedendo che il nome di Ringo venisse rimosso.

“Mr. Miller, Mike non lo approverebbe. E neppure io. Come suo esecutore, devo chiederti di rimuovere la sua firma.”

A questo punto, Miller ha accettato di cancellare il nome di Wieringo dall’illustrazione, sostenendo anche che non l’avrebbe mai pubblicata senza il permesso di Matt Wieringo. In aggiunta, l’artista al centro della polemica ha postato un video che lo riprende mentre dà fuoco alla cover. Come fa notare il portale Comic Book Resources, non è dato sapere se quello sia il disegno originale o meno. Per ora le acque sembrano essersi calmate; staremo a vedere se è davvero finita così.

Fonte: CBR

Altri articoli in Fumetti

Age of X-Man: le prime pagine di The Amazing Nightcrawler #1!

Gianfranco Autilia18 Febbraio 2019

Marvel: Panini Comics annuncia tre nuovi volumi “Panini Direct” per aprile e maggio!

Gianfranco Autilia17 Febbraio 2019

Marvel: gli eroi diventano Asgardiani nelle variant cover celebrative di War of the Realms

Gianfranco Autilia17 Febbraio 2019

Detective Comics #1000: Snyder e Capullo introdurranno un nuovo gruppo DC

Gianfranco Autilia17 Febbraio 2019

Detective Comics #1000, svelati tutti i contenuti dell’albo DC Comics

Gianfranco Autilia17 Febbraio 2019

X-Men Blue: Cullen Bunn parla dei suoi progetti non concretizzati

Gianfranco Autilia17 Febbraio 2019