Matthew Manning parla della serie Marvel Action: Avengers

Fumetti
Gianfranco Autilia

I Vendicatori si apprestano ad avere una nuova serie a fumetti orientata verso un pubblico di tutte le età: Marvel Action: Avengers. Nata da una collaborazione tra IDW Publishing e Marvel, questa testata si avvicina sempre più al suo esordio statunitense, dato che la prima uscita verrà pubblicata ufficialmente questo 12 dicembre. A sceneggiarla troveremo Matthew Manning, mentre ai disegni provvederà l’artista Jon Sommariva.

Recentemente, Manning ha concesso un’intervista al portale Newsarama, dove ha avuto l’occasione di presentare nel dettaglio questo suo nuovo progetto, rivelando com’è scrivere le storie dei Vendicatori in un momento in cui la squadra è all’apice della sua popolarità.

“È sicuramente una sfida. Ci sono questi personaggi di grande rilievo, molti dei quali hanno anche alti livelli di potere. Ciò significa che dobbiamo trovare minacce che siano nuove e inaspettate, ma grandi abbastanza da tenere l’intero team all’erta. E’ un lavoro immane, ma oggi in uno script ho scritto le parole, “Avengers Uniti!”, e non c’è niente di meglio.

Stiamo cercando di fare un fumetto per tutte le età. Non vogliamo essere arroganti con il nostro pubblico, e vogliamo realizzare un fumetto che i bambini possano godersi così come se lo possono godere i lettori di lunga data. È un equilibrio difficile, ma penso che Jon, Bobby e io siamo riusciti a colpire nel segno piuttosto bene con Batman/Teenage Mutant Ninja Turtles Adventures. Solo che adesso abbiamo l’intero Universo Marvel con cui giocare!”

L’autore ha poi parlato dei protagonisti e degli antagonisti del fumetto: “Capitan America, Iron Man, Capitan Marvel, Thor, Pantera Nera e Vedova Nera. È un mix divertente, e non vediamo l’ora di dare a ciascun personaggio un momento sotto i riflettori nel corso della serie.

In questo momento ci sono la minaccia dell’A.I.M., Madame Masque e Fing Fang Foom, oltre che un nemico inaspettato di cui non posso parlare per evitare spoiler. Mentre la serie fa progressi, speriamo di immergerci un pochino più in profondità nel cuore degli Avengers, facendo fronteggiare loro qualche antagonista minore che personalmente preferisco, e introducendo al contempo qualche ospite d’onore divertente e un cattivo ragazzo molto classico che verrà rivelato alla fine del nostro primo arco narrativo composto da tre uscite.”

Manning ha successivamente espresso il suo parere sul suo collega australiano che illustrerà la serie, Jon Sommariva.

“Jon porta pura e incontrollata energia proveniente dall’Australia! Il suo lavoro ha uno stile cartoonesco che attira sia i giovani che gli adulti, e il suo storytelling è chiaro e conciso. Ma cosa più importante, il suo lavoro è elettrico. Possiede la rara abilità di spostare l’azione attraverso le pagine con facilità.”

Matthew Manning ha in seguito spiegato il modo in cui l’opera sarà strutturata.

“Questi archi narrativi da tre capitoli hanno delle sottotrame che continuano. Se stiamo facendo il nostro lavoro correttamente, potete immergervi in qualsiasi punto della storia senza perdervi ma, ogni tre uscite, ci sarà un punto di partenza nuovo di zecca. Se cominciate con il numero uno, percepirete maggiormente la minaccia che si sta sviluppando sullo sfondo. Stiamo pianificando una grande storyline per la seconda metà dei primi dodici numeri. È il genere di battaglia epica che i fan ormai si aspettano dagli Avengers, ma con una svolta piuttosto divertente.”

Malgrado si tratti di un progetto targato IDW, Marvel Action: Avengers sfoggia comunque il logo rosso e bianco della Marvel in copertina. Ecco cosa ha dichiarato l’autore in merito a quel che secondo lui rende essenziale un fumetto della Casa delle Idee.

“Deve avere un personaggio e un cuore, tanto per iniziare. Sono entrato nel mondo della Marvel perché Stan Lee, Gerry Conway, Peter David e David Michelinie mi hanno convinto che un Uomo Ragno potesse avere problemi reali con cui identificarsi. Sono l’impeto e l’azione che ti fanno aprire la copertina di un fumetto, ma è la relazione tra i personaggi che ti spinge a proseguire con la lettura. Con Marvel Action: Avengers, vedrete molti scambi di battute divertenti tra i protagonisti del nostro cast, e li troverete in situazioni grandi e folli. Ma stiamo facendo del nostro meglio per cercare alcuni di quei momenti quieti per far sì che i personaggi vi convincano, e speriamo di fare un po’ di luce sul perché loro fanno ciò che fanno.”

In conclusione, Manning ha spiegato cos’è che un lettore dovrebbe aspettarsi da questo ciclo di storie sugli Avengers.

“So che “action” è presente nel titolo della serie, ma ce n’è un bel po’ di azione. Abbiamo intenzione di procedere velocemente, ma vogliamo anche offrire il tipo di caratterizzazione per cui la Marvel è conosciuta. Vogliamo che i ragazzini trovino i dialoghi spiritosi a cui sono abituati grazie ai film dei Marvel Studios, e vogliamo che i lettori di lunga data vedano i loro eroi familiari in posti non familiari. Abbiamo grandi obiettivi per questa serie ma, ripeto, questi sono grandi personaggi. Stiamo solo cercando di fare del nostro meglio per esserne all’altezza.”

Fonte: Newsarama

Altri articoli in Fumetti

Spider-Man: annunciato un one-shot celebrativo di Peter David, Tom DeFalco e altri autori stellari!

Gianfranco Autilia25 Maggio 2019

Powers of X #1, ecco “la scena più importante nella storia degli X-Men”!

Gianfranco Autilia25 Maggio 2019

Jason Fabok offre mostra una sua vignetta per Batman: Three Jokers

Gianfranco Autilia25 Maggio 2019

Panini Comics lancerà a luglio i Guardiani della Galassia di Cates e Shaw!

Gianfranco Autilia25 Maggio 2019

Chip Zdarsky e Kris Anka lanciano The White Trees, una nuova miniserie Image!

Gianfranco Autilia25 Maggio 2019

Marvel annuncia il numero zero di Major X, di Rob Liefeld e Eric Stephenson!

Gianfranco Autilia25 Maggio 2019