È morto Steve Ditko, leggendario disegnatore di Spider-Man e del Doctor Strange

Fumetti
Dopo aver acquistato per caso un fumetto Marvel non ho più smesso di farlo: da quel momento sono un lettore avido e assiduo della Casa delle Idee. Tra una lettura e l'altra amo disegnare e parlare dei miei albi preferiti.

Dopo aver acquistato per caso un fumetto Marvel non ho più smesso di farlo: da quel momento sono un lettore avido e assiduo della Casa delle Idee. Tra una lettura e l'altra amo disegnare e parlare dei miei albi preferiti.

È da poco giunta la notizia della morte di Steve Ditko, un fumettista noto ai fan della Marvel Comics per aver co-creato Spider-Man e il Dottor Strange negli anni 60. La polizia di New York ha confermato a The Hollywood Reporter che l’artista è stato trovato nel suo appartamento il 29 giugno ed è morto presumibilmente due giorni prima all’età di 90 anni.

Sono molte le persone che hanno omaggiato Ditko sui social network: in basso vi riportiamo i tweet di Neil Geiman, Edgar Wright, Scott Derrickson e Guillermo del Toro.

Il disegnatore ha continuato a lavorare nel suo studio a Manhattan fino al resto dei suoi giorni. A scoprire della sua morte è stato anche Graig Weich, il CEO di Beyond Comics, che facendogli visita questo venerdì ha appreso la triste notizia da una guardia della sicurezza. “Non aveva 90 anni. Sembrava un artista giovane e interessante con un corpo anziano”. Queste le parole di Weich a The Hollywood Reporter, che ha proseguito ricordando di aver chiesto a Ditko del suo turbolento rapporto con Lee. Alla domanda, il fumettista ha guardato in basso e gli ha risposto: “Siamo tranquilli”.

Nato a Johnstown, in Pennsylvania, il 2 novembre 1927, Steve Ditko era il figlio di un padre operaio e di una madre casalinga. Il suo amore ai fumetti lo deve proprio al padre, che leggeva Prince Valiant, ma anche a Batman e The Spirit, che debuttarono proprio quando Ditko era un adolescente. Dopo il diploma, il leggendario co-creatore dell’Uomo Ragno prestò servizio all’esercito nella Germania del dopoguerra, disegnando per un giornale militare. Dopo essere stato dimesso, si è in seguito trasferito a New York City nel 1950, dove ha frequentato sotto la guida dell’artista di Batman Jerry Robinson la Cartoonists and Illustrators School. Negli anni successivi, divenne un fumettista per diverse case editrici, come la Harvey, la Charlton, la DC e, soprattutto, la Marvel Comics: a lui si deve la creazione di personaggi quali Spider-Man, Dottor Strange, Squirrel Girl, Speedball, Captain Atom, Blue Beetle e tanti altri, molti dei quali hanno colpito l’immaginario collettivo.

Non ancora si hanno dettagli circa la sua morte, ma di certo il suo grande talento mancherà a tutti e noi di NerdPlanet siamo profondamente dispiaciuti per la sua perdita.

Fonte: The Hollywood Reporter

Altri articoli in Fumetti

Diffuse in rete le variant di Campbell, Young e Ramos per Mr. and Mrs. X #1

Gianfranco Autilia19 luglio 2018

Jessica Jones in una nuova serie per l’iniziativa digitale

Giulio Pio Dima19 luglio 2018

Un teaser Marvel anticipa la nascita di X-Men Black, nuova testata mutante con protagonista Magneto

Gianfranco Autilia18 luglio 2018

Stan Lee e Pow Entertainment lanciano Stan Lee’s Work Force

Giulio Pio Dima17 luglio 2018

John Byrne sta lavorando a una storia personale degli X-Men

Gianfranco Autilia17 luglio 2018

Diffuse due nuove variant di Thanos Legacy #1, anche Cory Smith illustrerà l’albo

Gianfranco Autilia17 luglio 2018