Cocco Bill compie sessant’anni: l’opera omnia di Jacovitti presentata al Romics

Eventi
Claudia Padalino
Dal 1988, appassionata di fumetto d'autore, non d'autore, graffiti e disegnini fatti mentre si telefona. Laureata in Editoria e comunicazione aziendale, collabora con alcuni festival pugliesi per la promozione e la diffusione del fumetto italiano. Il suo sogno: riuscire a portare come ospite in Italia Alan Moore.

Dal 1988, appassionata di fumetto d'autore, non d'autore, graffiti e disegnini fatti mentre si telefona. Laureata in Editoria e comunicazione aziendale, collabora con alcuni festival pugliesi per la promozione e la diffusione del fumetto italiano. Il suo sogno: riuscire a portare come ospite in Italia Alan Moore.

“Arriverà il momento mio!”

Nel 1957 Benito Jacovitti iniziò la collaborazione a Il Giorno dei Ragazzi, supplemento del Giorno di Enrico Mattei. Sulle pagine di questa testata Jacovitti creò uno dei personaggi più amati nel panorama del fumetto italiano, Cocco Bill.

In occasione del sessantesimo anno dalla nascita, la fiera romana Romics celebra con un incontro (Sabato 8 aprile alle ore 14 presso il padiglione 9  – Comics Meeting & Lab) che presenterà al pubblico, in anteprima assoluta, un’importante iniziativa editoriale, promossa da Hachette: “Cocco Bill e il meglio di Jacovitti”. A partire dalla fine del prossimo agosto, proporranno una ricca selezione di storie aventi per principale protagonista l’infallibile pistolero bevitore di camomilla circondato da salami parlanti. Durante l’incontro, interverranno Edgardo Colabelli e Gualtiero Viganò. Coordinerà Giuseppe Pollicelli.

Ci illustra Edgardo Colabelli, presidente dello Jacovitti Club e fondatore della Casa Museo Jacovitti di Roma: “Hachette ha deciso di creare questa collana per celebrare Jacovitti, uno dei più famosi fumettisti italiani, di cui ancora oggi si può apprezzare la meticolosità e la bravura. Jacovitti è stato il capostipite del fumetto comico italiano, ispiratore di fumettisti come Pratt, Manara, Giovan Battista Carpi. La sua è stata una lunga carriera, iniziata a soli sedici anni, nel 1939, sul settimanale Il Vittorioso, poi proseguita su Il Giorno, Il Corrierino dei piccoli, Il Giornalino e con il grande successo di Diario Vitt. Il grande successo di Cocco Bill – continua Colabelli – si deve alla sua pubblicazione su Il Giorno, un quotidiano all’epoca molto letto che vedeva aumentare le vendite di ben 50.000 copie il giovedì, quando usciva in allegato “Il Giorno dei ragazzi”con le strisce di Cocco Bill”.

Una componente fortemente caratterizzante era l’horror vacui, che non lasciava spazio all’occhio del lettore e lo tiene perennemente impegnato. Non solo, i personaggi surreali, le battute devastanti e i salami parlanti fanno attualmente parte dell’immaginario collettivo del lettore medio di fumetti.

Altri articoli in Eventi

Napoli Comicon, Gipi sarà il Magister del 2019

Gianfranco Autilia6 Gen 2019

Taranto Comix 2018: intervista esclusiva a RT Poop

Alessio Lonigro18 Dic 2018

Resident Evil: James Wan abbandona la produzione del reboot

Stefano Dell'Unto18 Dic 2018

Taranto Comix 2018: ecco il programma della manifestazione del 15 e 16 dicembre

Alessio Lonigro14 Dic 2018

The Highwaymen: Netflix rilascia la prima immagine del film con Kevin Costner e Woody Harrelson

Sara Susanna10 Dic 2018

[SPECIALE] Avengers: Endgame – Tutti gli Easter Eggs presenti nel primo trailer ufficiale

Alessio Lonigro7 Dic 2018