Ant-Man & Wasp: Persi e Ritrovati, la Recensione – NO SPOILER

Fumetti
Gianfranco Autilia

Questo mese, Panini Comics ha pubblicato Ant-Man & Wasp: Persi e Ritrovati, un volume facente parte della Marvel Collection che raccoglie in un’unica soluzione tutti i cinque capitoli della miniserie Ant-Man and the Wasp sceneggiata da Mark Waid e disegnata dalla Young Gun del 2018 Javier Garrón.

Cover di David Nakayama.

L’opera in questione – lanciata in occasione del Fresh Start – si focalizza su Ant-Man e Wasp, una classica coppia che ha spesso ricoperto un ruolo fondamentale nelle dinamiche del Marvel Universe: i due, per esempio, diedero vita agli Avengers al fianco di Iron Man, Thor e Hulk, divenendo due dei membri più simbolici della squadra. Tuttavia, il tomo al centro della nostra recensione punta i riflettori su una differente incarnazione dei due personaggi: i protagonisti della trama imbastita da Waid sono infatti due dei diversi successori di Hank Pym e Janet Van Dyne, vale a dire Scott Lang, meglio noto come il secondo Ant-Man, e Nadia Van Dyne, la nuovissima nonché inarrestabile Wasp.

INTRAPPOLATI

La vicenda è ben inserita nella recente continuity della Marvel e ci mostra uno Scott Lang determinato a tornare sulla Terra in seguito a un periodo trascorso nello spazio al fianco dei Guardiani della Galassia. Il suo intento è quello di presenziare alla festa di compleanno di sua figlia Cassie e, per questo motivo, decide di chiedere aiuto all’intelligente figlia dell’originale uomo formica, Nadia. Qualcosa però va storto e come conseguenza i due rimangono intrappolati all’interno del Microverso, una dimensione microscopica che ha effettuato il suo debutto nel lontano 1943 sulle pagine di Captain America Comics #26 per merito di Ray Cummings e Syd Shores. La missione del duo è quindi quella di fare ritorno alle proprie case, ma nel corso del viaggio che intraprendono si vedranno costretti ad affrontare una serie di affascinanti pericoli.

UN’EMOZIONANTE STORIA SCI-FI

Sviluppandosi in un contesto fantascientifico, la storia verte su questi due eroi che si ritrovano a dover affrontare la medesima avventura. Stando a stretto contatto, Scott e Nadia mettono in risalto l’uno le differenze dell’altro: si evince così che questa coppia è in principio tutt’altro che armoniosa, animata da ilari punzecchiamenti. Mentre la trama progredisce in maniera lineare e mai monotona, le interazioni dei due personaggi si fanno sempre più profonde poiché si va a scandagliare anche nei loro sogni più grandi e nelle origini dei loro passati all’apparenza distanti ma in realtà più vicini di quanto si creda. E sulla base di questo legame sempre più crescente, i nostri eroi trovano il modo di cooperare, di fare leva sulle loro tante abilità attraverso astuzia e competenze scientifiche. La disparità anagrafica che divide Scott e Nadia emerge ricorrentemente tra le pagine, eppure questo team-up si rivela essere avvincente proprio per via delle differenze tra loro. Tuttavia, è quando si evidenzia il loro lato umano e al contempo eroico che si crea un equlibrio perfetto tra le due parti, componente indispensabile per dar vita a un duo formidabile e degno di susseguire quello leggendario degli anni passati composto da Hank Pym e Janet Van Dyne. E la stessa figura di Pym aleggia nella miniserie soprattutto attraverso la sensibilità di Nadia, che non perde l’occasione di ricordare – non senza dolore – quel padre lontano e sconosciuto che le ha trasmesso indirettamente la sua stessa inclinazione per la scienza.

Con i suoi dialoghi come sempre intelligenti, Waid caratterizza al meglio le personalità di questi Ant-Man e Wasp, incrementandone la tridimensionalità e servendosi anche di una piccola dose di umorismo per smorzare i momenti di tensione. Più il ritmo della narrazione assume proporzioni notevoli, più i protagonisti ci portano alla scoperta dell’affascinante Microverso, con tanto di personaggi buffi e immaginari che rendono la lettura frizzante e quindi meno pesante. Ed è proprio il Microverso a giocare un ruolo centrale nell’intera miniserie: Mark Waid riesce infatti a esplorare al meglio questo fantasioso mondo quantico e la scienza dietro di esso sia per farlo conoscere sotto diversi aspetti agli appassionati che per introdurlo a chi magari non lo ha mai incontrato prima d’ora su un fumetto Marvel. L’opera è in questo modo perfettamente leggibile anche se non si possiede un’elevata conoscenza della continuity della Casa delle Idee e il finale lascia in sospeso uno spunto interessante che potrebbe essere più che utile per la realizzazione di ulteriori storie future.

Per quanto riguarda il talento grafico di Javier Garrón, balza all’occhio sin da subito che l’illustratore spagnolo si diverte a giocare con le espressioni dei protagonisti, servendosi di uno stile che non lascia spazio a incertezze. Le tavole sono colme di dettagli e sanno perfettamente catturare l’attenzione del lettore grazie anche a fantasiose e accattivanti composizioni delle pagine. La creatività dei layout, unita alla dinamicità e alle variegate prospettive, si rivelano essere i principali punti a favore di questo volume: ne consegue una resa visiva a dir poco impressionante. Il merito va altresì all’intensa colorazione di Israel Silva, il quale fa uso di una palette ampia capace di mettere in risalto il più minuzioso dei dettagli e a delineare sapientemente le atmosfere del fumetto.

Per concludere, Ant-Man & Wasp: Persi e Ritrovati è una lettura di puro intrattenimento, capace di divertire e sorprendere senza peccare di superficialità e banalità. Ne consigliamo dunque l’acquisto, in particolar modo a chi vuole approcciarsi al mondo di questi due supereroi Marvel per la prima volta.

Ant-Man & Wasp: Persi e Ritrovati

16.00
8.8

Sceneggiatura

8.5/10

Disegni

9.0/10

Colori

9.0/10

Altri articoli in Fumetti

DC Comics: gli Inferior Five debuttano nell’era Rinascita con una nuova maxiserie!

Gianfranco Autilia16 Giugno 2019

DC Comics: ecco il trailer ufficiale di Superman: Year One!

Gianfranco Autilia15 Giugno 2019

Catwoman #15: la variant di Artgem omaggia la Selina Kyle di Michelle Pfeiffer!

Gianfranco Autilia15 Giugno 2019

Marvel: Claremont e Sienkiewicz si riuniscono per una nuova storia dei Nuovi Mutanti!

Gianfranco Autilia15 Giugno 2019

Marvel: le prime tavole tratte da Wolverine & Captain America: Weapon Plus #1!

Gianfranco Autilia15 Giugno 2019

Wonder Comics, DC Comics estende la durata di Dial H for Hero e Wonder Twins!

Gianfranco Autilia14 Giugno 2019